Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo sui flussi di dati transatlantici che apre la strada a un nuovo accordo sui dati UE-USA all’inizio del prossimo anno.

Cosa c’è in gioco? Diritto fondamentale degli europei alla privacy. Il diritto del governo degli Stati Uniti di proteggere i suoi cittadini dagli attacchi. Miliardi di euro di scambi annuali.

L’accordo transatlantico è essenziale per migliaia di aziende per spostare i dati tra due delle economie più importanti del mondo. Per fare ciò, devono soddisfare gli standard sulla privacy stabiliti dalla Corte di giustizia dell’Unione europea nel 2020. L’ordine esecutivo della Casa Bianca non riguarda solo la protezione dei diritti degli europei. Estenderà anche tali protezioni ai cittadini americani. Limiterebbe la capacità delle agenzie di sicurezza nazionale americane di accedere alle informazioni personali delle persone e conferirebbe nuovi poteri ai funzionari per la protezione delle libertà civili all’interno dell’Ufficio statunitense del Direttore dell’intelligence nazionale, un organismo che sovrintende al lavoro delle agenzie, per indagare su possibili violazioni dei diritti delle persone diritti alla privacy.

Tuttavia, i difensori della privacy sono ancora preoccupati che le questioni fondamentali - che il governo degli Stati Uniti ha accesso illimitato alle informazioni personali degli europei - non siano ancora state affrontate.

Le domande da affrontare includono:

  • Poiché la Commissione Europea trasformerà il decreto nelle proprie regole, cosa deve accadere da qui a marzo 2023?
  • L’ordine esecutivo della Casa Bianca affronta le preoccupazioni dell’Europa sulla tutela della privacy?
  • Il decreto protegge sufficientemente i dati dell’Europa quando vengono trasferiti attraverso l’Atlantico? In che modo le organizzazioni, dalle startup più piccole alle Big Tech, possono fare affidamento sull’ordine con questa incertezza legale?
  • La probabile sfida legale al patto UE-USA ricondurrà al Lussemburgo, dove i giudici della Corte di giustizia dell’Unione europea dovranno nuovamente decidere il destino del patto?

Poiché la Commissione europea esaminerà ora l’ordine della Casa Bianca, questo evento POLITICO riunirà responsabili politici ed esperti di entrambe le sponde dell’Atlantico per discutere di cosa significhi questo nuovo decreto per i diritti alla privacy e le aziende sul campo.

Programma

  • 15:30 CET: Saluto di benvenuto del moderatore di POLITICO Vincent Manancourt , reporter di tecnologia, POLITICO
  • 15:35 CET: Intervento di apertura del nostro partner CIPL Bojana Bellamy , presidente, Center for Information Policy Leadership (CIPL)
  • 15:40 CET: Intervista individuale a Didier Reynders , commissario europeo alla giustizia
  • 16:00 CET: Chatta con domande e risposte con Bruno Gencarelli , vicedirettore per i diritti fondamentali e lo stato di diritto, DG JUST, Commissione europea, Alex Greenstein, direttore, Privacy Shield, Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, Alex Joel , studioso residente e professore a contratto, Washington College of Law
  • 16:45 CET: Commenti finali

Qui il link per leggere il programma e registrarsi al webinar

Pirati Europei
!pirati

    Il canale di informazione dedicato ai Pirati Europei e all’Internazionale Pirata

    Gestito dall’associazione Pirati.io

    L’associazione Pirati ripudia il fascismo in tutte le sue forme e si riconosce nei valori antifascisti della Costituzione Italiana

    • 0 users online
    • 1 user / day
    • 5 users / week
    • 7 users / month
    • 31 users / 6 months
    • 115 subscribers
    • 116 Posts
    • 129 Comments
    • Modlog