Informapirata

Politica Pirata: informazione su #whistleblowing #dirittidigitali #sovranitàdigitale #copyright #privacy #cyberwarfare #pirati #Europa #opensource #opendata https://t.me/ppInforma

  • 52 Posts
  • 44 Comments
Joined 2 mesi fa
cake
Cake day: mag 05, 2022

help-circle
rss

Non credo che vincerà. I sondaggi registrano quello che è oggi, ma la strada è lunga e al momento manca totalmente una classe dirigente appena decente. Vedrai che arriveranno grandi investimenti dall’estero per potenziare i movimenti civici punto Quella è la destra che probabilmente vincerà le elezioni: una destra che ancora non ha tirato fuori la testa dal tombino


Sicuramente sarò smentito, ma la Meloni è un fascio (e sottolineo fascio) di rami secchi: fa fuoco e fiamme, ma dura poco. La vera alt-right, quella che farà davvero paura, nascerà dalle cosiddette forze civiche della provincia italiana, che da un secolo costituisce il vero buco “nero” del Bel Paese


Una buona parte della roba che si trova in Italia è stata rubata. Dagli obelischi ad alcune statue greche, dalle reliquie dei Santi orientali ai manoscritti greci, dalle razzie delle Repubbliche marinare, alla paraculaggine dei Papi di ogni secolo, dal frega frega reciproco degli stati italiani preunitari alla predazione fascista in Africa (oggi restituite) e nel dodecanneso (non restituite). Siamo riusciti a fregarci della roba anche in Cina, quando siamo andati a occupare uno sputo di quartiere a Tientsin… 🤣🤣🤣

No guarda: se facessimo un onesto bilancio, sarebbe totalmente a nostro sfavore…


Armati di poco più di un computer, i cybercriminali stanno puntando su alcune delle strutture più grandi che gli esseri umani abbiano costruito. - Le immense navi portacontainer e i mastodontici aerei merci, essenziali nell’economia globale di oggi, possono ora essere fermati da una nuova generazione di guerrieri del codice. - “La realtà è che un aeroplano o una nave, come qualsiasi sistema digitale, può essere violato”, ha detto alla CNBC David Emm, principale ricercatore sulla sicurezza di Kaspersky. - A dicembre, l’azienda tedesca Hellmann Worldwide Logistics ha affermato che le sue operazioni erano state colpite da un attacco di phishing. **[(continua)](https://www.cnbc.com/2022/06/27/hackers-can-now-bring-cargo-ships-and-planes-to-a-grinding-halt.html)**

Invece credo proprio che in un paese in guerra costante, sofferta e generalmente perdente contro mafia, degrado, privatizzazione selvaggia, cantieri infiniti, inondazioni e terremoti la digitalizzazione veloce ed emergenziale del patrimonio artistico sia una priorità e che dovrebbe seguire l’esempio emergenziale dell’Ucraina

https://tommasin.org/blog/2022-06-27/etiopia-internet-chiusa-accesso-negato-diritto-negato


Negazione di accesso, accesso negato alla rete ed ai suoi servizi, oggi è sinonimo di mancata o parziale democrazia, censura di stato, repressione governativa. Nel febbraio 2019, il Premier etiope Abiy Ahmed Ali ha chiarito che Internet “non è né acqua né aria” e che “finché è ritenuto necessario salvare vite umane e prevenire danni alla proprietà, Internet sarebbe chiuso definitivamente, figuriamoci per una settimana”. Mantenendo la parola data, Abiy Ahmed Ali ha continuato a imporre blackout a Internet. FONTE: https://omnatigray.org/wp-content/uploads/2022/02/Tigray-Telecommunication-Blackout-Report.pdf Quella che segue vuole essere una timeline che ripercorre negli ultimi anni i blocchi e le chiusure di internet in Etiopia per causa e volontà politiche, di governo: misura adottata per mettere a tacere per esempio l’opposizione, manifestanti, liberi cittadini, media o giornalisti con visione ed opinioni contrarie al regime governante. **[(continua) ](https://tommasin.org/blog/2022-06-27/etiopia-internet-chiusa-accesso-negato-diritto-negato)**

Damiano Tommasi, ex calciatore e candidato sindaco sostenuto dal centrosinistra, è il nuovo sindaco di Verona. Al ballottaggio ha battuto il sindaco uscente Federico Sboarina, sostenuto da Fratelli d’Italia e Lega. Lo scrutinio è quasi finito e Tommasi ha ottenuto circa il 53,5 per cento dei voti contro il 46,5 di Sboarina. Quella di Verona era di gran lunga l’elezione più attesa di questo giro di ballottaggi, e la vittoria del candidato di centrosinistra è un risultato notevole. Verona è infatti storicamente una città governata dalla destra, che ha espresso tutti i sindaci dal 1994 a oggi con l’eccezione di Paolo Zanotto, che governò per il centrosinistra dal 2002 al 2007. Damiano Tommasi ha 48 anni ed è alla sua prima esperienza politica. Ha iniziato a giocare a calcio nel 1985, prima nell’Hellas Verona contribuendo alla sua promozione in Serie A, e diventando poi uno dei centrocampisti di riferimento della Roma tra la fine degli anni Novanta e l’inizio degli anni Duemila. È stato sostenuto da sei liste, che comprendono diversi partiti – il PD, Sinistra Italiana, Articolo Uno, Possibile, Azione, +Europa, Europa Verde, Demos, Volt – e due liste civiche – Traguardi e Damiano Tommasi Sindaco. Lo ha sostenuto anche il Movimento 5 Stelle, che però non si è presentato con nessuna lista https://www.ilpost.it/2022/06/27/verona-elezioni-tommasi-sindaco-sboarina/

"Il monitoraggio di tutte le conversazioni private è del tutto sproporzionato e non è una soluzione praticabile alla pedopornografia. Il dibattito infuria in Germania; anche l'opinione pubblica francese si occuperà dell'argomento?" #chatcontrol e il documentario francese ⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️ https://www.arte.tv/fr/videos/109679-000-A/la-pedopornographie-alibi-de-big-brother/

Nella giornata di oggi, gli attivisti di MonitoraPA hanno inviato formalmente una segnalazione al Garante per la Protezione dei dati personali, chiedendo di valutare il trattamento dei dati personali svolto da 3230 pubbliche amministrazioni e di esprimersi per quanto riguarda la legittimità dell’utilizzo di Google Analytics (GA) sui siti istituzionali di comuni, province e aziende partecipate. La segnalazione riguarda 3230 siti web di altrettante pubbliche amministrazioni che ad oggi, hanno scelto di continuare ad utilizzare Google Analytics (e di conseguenza inviare fuori dall’Unione Europea i dati personali dei cittadini) nonostante le 2 comunicazioni PEC ricevute da MonitoraPA nelle quali si segnalava l’utilizzo e si spiegavano i motivi per cui, secondo gli scriventi, tale prodotto non va utilizzato (anche ai fini dell’emanazione dei provvedimenti di cui all’art. 58 del GDPR) **[(continua)](https://www.pietrobiase.it/google-analytics-nella-pa-monitorapa-invia-la-segnalazione-al-garante-per-la-protezione-dei-dati/)**

Assolutamente no. A parte che il lavoro nero e gli appalti truccati non siamo mai riusciti a lavarceli da soli, queste due cose sono uno dei motivi di inefficienza e impoverimento del sistema paese. Altro che royalty sulle fotografie!..

Quanto ai capolavori trafugati, non riesco a capire a cosa tu tu ti riferisca, ma tranne che per i saccheggi napoleonici (quasi tutti restituiti) la maggior parte delle opere italiane all’estero gliele abbiamo date noi. E comunque anche questo non c’entra nulla con le norme sulla proprietà intellettuale sulle foto di opere d’arte.

Infine, il discorso che fai sulle briciole non sta in piedi, perché il costo per raccogliere quelle briciole è di gran lunga superiore al valore delle briciole: non parlo soltanto del costo in termini di privazione del diritto alla conoscenza per tutti i cittadini italiani e non italiani, ma al fatto che qualsiasi struttura possa essere realizzata per raccogliere quelle briciole, essa costerà di più di qualsiasi guadagno


Quella lettera è un capolavoro. È arte pura: quella lettera è una poesia simbolista che rappresenta un paese in cui i “responsabili” sono responsabili solo per prendere i bonus che puntualmente ogni estate e ogni fine dell’anno vengono riconosciuti loro.

Pertanto mi sentirei addirittura di correggere la tua domanda

In gioco ci sono +100 posti di lavoro, per una mancata presa di responsabilità dell’ente?

Con questa

In gioco ci sono i contratti +100 lavoratori che hanno lavorato, il tutto a causa una mancata presa di responsabilità del responsabile dell’ente?

Benvenuti in Italia!


Non ho capito niente di quello che vuoi dire: la questione dei panni sporchi (quali?), la riconsegna (di cosa?), e la questione del Canova. Puoi spiegarti meglio?


> La decisione del governo britannico di estradare negli Stati Uniti Julian Assange mette a rischio la vita di un giornalista coraggioso, che ha svolto il proprio lavoro con dignità e non ha avuto paura di pubblicare i documenti che rivelavano le atrocità commesse dal governo degli Stati Uniti in Iraq e in Afghanistan e le numerose violazioni dei diritti umani. > La grande potenza americana vuole controllare i destini del mondo, pretende l’impunità e minaccia la libertà di stampa. Da anni Julian Assange viene perseguitato. E’ stato costretto a rifugiarsi nell’Ambasciata dell’Ecuador di Londra, dove è stato fino a quando l’allora Presidente Lenin Moreno lo ha consegnato al Governo britannico. > Ora quest’ultimo lo ha rinchiuso in una prigione di massima sicurezza dove le sue condizioni fisiche e psicologiche si sono ulteriormente aggravate. **[Continua qui...](https://www.articolo21.org//2022/06/la-vita-di-julian-assange-e-la-liberta-di-stampa-sono-minacciati/)**

Tranquilli anche no, grazie… considerando che al momento i beni culturali italiani continuano a essere gestiti attraverso lavoro nero, finte cooperative, appalti sospetti e ora (ci mancava il suggello del PNRR!) anche pretese assurde di proprietà intellettuale che non serviranno che ad arricchire qualcuno dei soliti noti capitani coraggiosi o a far sembrare utile assumere nuovo personale inutile per le cosiddette “valorizzazioni”


Nei paesi seri, le leggi si fanno in base a un’analisi realistica dell’impatto che dovrebbero avere e non in base alle sensazioni e al fiuto.

Ora mi potresti spiegare:

  • a cosa potrebbe servire una normativa rigida e proibizionista come questa?
  • è in generale, perché una legge in questo settore dovrebbe essere rigida?
  • una tale legge, fuori dall’Italia, resisterebbe a un tribunale internazionale, oppure rimarrebbe più facilmente solo un handicap per gli italiani?
  • quanto sarebbe possibile ricavare da un regime di questo tipo?
  • c’è qualche possibilità che la costosa macchina amministrativa italiana non trasformi quel ricavo in nuova spesa pubblica?

Ecco, per intenderci, quando si giudicano delle leggi, bisognerebbe prima porsi domande di questo libro


Io non riesco a vedere nessun vantaggio in una normativa di questo tipo, rigida o flessibile che sia punto L’unica cosa che vedo è la solita miopia di un governo che continua a osservare i fenomeni odierni con lo sguardo del burocrate Sabaudo di fine 800



We must make a premise: there are different types of instances in the fediverse and some of these, especially mastodon, are of a strongly generalist nature, apolitical and dedicated to an audience that does not want to see disturbing content (Not Safe for Work NSFW).

These instances are forced to silence and sometimes block users who post content of this type without the content warning tag.

This can be considered excessive, but it is the only way to keep an environment free of disturbing elements such as overly fiery political speech, explicit content, foul language.

All this concerns above all the generalist instances.

As for the others, it becomes more rare to practice BAN and silencing.

Unfortunately, however, there are two types of drastic measures: those towards users of your own instance and those towards users of other instances.

In my opinion, the latter should undergo a periodic review, a sort of amnesty that occasionally cleans up the sentences imposed or at least reconsiders some users who at the beginning of their life in the fediverse behaved badly because they were used to the toxic environment of Facebook or of Twitter.

In fact, the problem with these users is that they risk being invisible for life from some instances.


> Come Wikimedia Italia abbiamo già chiesto al governo italiano di non aggiungere restrizioni alle immagini rilasciate con licenza libera di beni in pubblico dominio sui progetti Wikimedia. > Continueremo a chiederlo, per spingere il nostro Paese ad adeguarsi agli standard internazionali di apertura e di partecipazione dei cittadini alla conservazione del proprio patrimonio culturale. > Limitare il libero utilizzo delle riproduzioni digitali del patrimonio culturale presenti su Wikipedia e sui progetti Wikimedia ai soli fini non commerciali tradisce lo spirito collaborativo con cui nascono i progetti stessi. > È inoltre una strategia fallimentare, come ormai dimostrato sia in Italia che all’estero: l’introduzione di un canone produce infatti costi gestionali aggiuntivi e non porta alcun beneficio alla maggioranza delle istituzioni culturali, ai cittadini e al Paese. > **Per questo, chiediamo al Ministro della Cultura Dario Franceschini, al governo e ai parlamentari italiani di intervenire per risolvere le contraddizioni presenti nel PND. Vogliamo che le istituzioni culturali possano continuare a collaborare con Wikipedia e i progetti Wikimedia, che producono solo contenuti aperti a tutti, per ogni uso.** **[Qui l'articolo completo ](https://www.ilsole24ore.com/art/un-appello-wikimedia-riuso-immagini-AEHlp6hB)**

Ma che dolci che sono le compagnie tecnologiche, a dedicare sempre un pensiero ai nostri ragazzi… 🤣🤣🤣


Mmmm… il diritto di voto a punti è un incubo distopico che preferirei rimanesse solo nei peggiori racconti di fantascienza…



A leggere l’articolo però non è chiarissimo, diciamo, quale sia il tratto distintivo di questo nuovo “partito” che al momento sembra più una sorta di Italia Viva. A leggere l’articolo. Ma giustamente l’autore non è che ha la palla de vetro. Diciamo…


Un intervento a gamba tesa sull’atteso ballottaggio previsto domenica. A Verona le elezioni si fanno incandescenti dopo l’ingresso nella partita della locale Diocesi guidata dal vescovo della città scaligera, monsignor Giuseppe Zenti. https://www.ilriformista.it/verona-sul-ballottaggio-tommasi-sboarina-intervento-a-gamba-tesa-del-vescovo-zenti-non-votare-chi-sostiene-il-gender-306267/ ![](https://feddit.it/pictrs/image/9d810db7-9316-4ae3-a392-cea9862abfe4.jpeg)

L’estradizione di Assange e la mancata sospensione della proprietà intellettuale per il contrasto del COVID-19. Di Roberto Caso su L'Adige
Il 17 giugno 2022 le agenzie di stampa rimbalzavano due notizie apparentemente lontane e slegate. La prima riguarda la decisione del governo britannico, per mano della ministra Priti Patel, di estradare l’australiano Julian Assange, fondatore nel 2006 di Wikileaks, negli Stati Uniti. ... La seconda concerne la decisione in seno all’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO nell’acronimo inglese) di raggiungere un accordo compromissorio nella materia dei brevetti sui vaccini che, in sostanza, lascia intatto l’attuale quadro normativo sulla proprietà intellettuale. L’articolo "lestradizione di Assange e la mancata sospensione della proprietà intellettuale per il contrasto del COVID-19" di Roberto Caso, pubblicato su L’Adige il 20 giugno 2022 con il titolo “**[La fragile democrazia dell’Occidente“ può essere letto qui](https://www.robertocaso.it/2022/06/18/la-fragilita-della-democrazia/)**

Per la Germania è importante che la regolamentazione che combatte e previene la diffusione di materiale pedopornografico sia in linea con i propri standard costituzionali di protezione per le comunicazioni private e riservate.

Non mi sembrano affatto tanti. Se consideri che sono meno del 4% della popolazione, alla fine poteva andare peggio

edit: hai presente quanto sexting si faccia oggi? o quante foto intime ci si faccia fare? ecco, considera che ognuna di quelle immagini ha un’altissima probabilità di essere inoltrata a terzi…


In Italia sono circa 2 milioni le vittime di diffusione non consensuale di materiale intimo, comunemente conosciuto come #revengeporn, mentre più del doppio delle persone conoscono qualcuno che ne è stata vittima. A dirlo è uno studio condotto su un campione di 2.000 persone tra la fine di aprile e l’inizio di maggio da The Fool, società di reputazione digitale, su incarico dell’associazione no profit Permesso Negato, che studia il fenomeno e dà sostegno alle vittime nel nostro paese. Leggi **[l'articolo di Laura Carrer su Wired](https://www.wired.it/article/revenge-porn-dati-italia-2-milioni-foto-video-intimi-online/ )** segnalato nella newsletter di Guido #Scorza

Potrebbe diventare **il più grande furto di dati ai danni di una Pubblica Amministrazione italiana** quello che sembra essere il risultato di un attacco ransomware contro la **Regione Sardegna**. Vediamo cos’è successo e che impatti sta avendo **[Leggi il post di Dario Fadda su Cybersecurity360](https://www.cybersecurity360.it/nuove-minacce/ransomware/regione-sardegna-cyber-criminali-pubblicano-enorme-quantita-di-dati/)**

Comunque tra i giornalisti un certo malessere c’è. Anche tra quelli che per scarso coraggio e amore della pagnotta non si sono mai fatti sentire troppo sull’argomento. Nel frattempo, quelli di articolo 21 sono stati tra i pochi a farsi sentire da anni https://www.articolo21.org/2022/06/tutti-i-giornalisti-devono-sostenere-assange/


Sul Fatto Quotidiano puoi trovare gli articoli di Stefania Maurizi, che ansia mai fatta troppi scrupoli a scrivere articoli pieni di fonti e di smentite alle accuse più infamanti nei confronti di Julian Assange. È proprio questo il motivo per cui non poteva più continuare a scrivere su Repubblica


**All’inizio di giugno 2022, l’Ayder Referral Hospital, a Mekellé, nello stato regionale del Tigray, Etiopia settentrionale, aveva annunciato di essere stato costretto a chiudere i battenti per mancanza di carburante e servizi vitali.** Tutt’ oggi, nonostante la “tregua umanitaria” dichiarata dal governo centrale è ancora ostacolata e bloccata da volontà politiche che determinano un limbo di agonia per milioni di etiopi confinati nel Tigray. Il blocco sull’accesso umanitario “de facto” per 9 mesi prima della tregua umanitaria, era stato denunciato più volte dalle Nazioni Unite. **[Continua qui](https://www.focusonafrica.info/etiopia-gli-ospedali-del-tigray-continuano-a-chiudere-per-mancanza-delle-forniture-sanitarie/)**

Sì, diciamo che il Congresso non aveva tutti i torti per chiederne il ban, Il problema è che non era certo il congresso statunitense a doverlo chiedere, né Facebook a dover dare seguito, come sembra sia stato fatto, al Congresso degli Stati Uniti


Appuntamento alle 15.30 in sala Tobagi per la presentazione dell'appello promosso dal premio Nobel per la Pace Adolfo Pérez Esquivel. Prevista la partecipazione, con il segretario generale Raffaele Lorusso e il presidente Giuseppe Giulietti, di Stefania Maurizi, Riccardo Noury, Armando Spataro, Grazia Tuzi, Vincenzo Vita.

E-proctoring: gli eurodeputati hanno concordato un elenco aggiornato di applicazioni ad alto rischio nel settore dell’istruzione. I sistemi di supervisione elettronica utilizzati per monitorare e rilevare i comportamenti vietati degli studenti durante i test sono ora classificati come applicazioni ad alto rischio

Sembrerebbe che qualcosa di anomalo si stia riversando sul nostro paese, anche se Trenitalia al momento ha dichiarato che si tratta di disservizi diffusi al sistema informatico e non di un attacco cyber. Andando a vedere sui circuiti underground, al momento non sono presenti notizie che possano associare questi disservizi ad attacchi informatici. Anche lato Killnet, al momento non sono presenti post che possano associare il disservizio del Garante ad un attacco DDoS. Il Garante Privacy intanto parla di problemi alla rete dovuti al fornitore di connettività https://twitter.com/GPDP_IT/status/1537013103874953216

La società Atlantia ha ceduto il suo pacchetto di azioni a Cassa depositi e prestiti. È un avvenimento storico, che dimostra una nuova tendenza del governo a riprendere il controllo delle infrastrutture strategiche. https://www.internazionale.it/essenziale/notizie/antonello-salerno/2022/06/13/le-autostrade-tornano-pubbliche

Tra politica e giustizia: il Tribunale di Napoli ha rigettato il ricorso cautelare presentato da un gruppi di attivisti M5S per sospendere lo statuto e la nomina dei vertici del Movimento. In soldoni, Conte rimane a capo del M5S. https://www.huffingtonpost.it/politica/2022/06/15/news/m5s_vince_ricorso_napoli-9605496/ ![](https://feddit.it/pictrs/image/9cd45026-1820-43fc-8316-a1156345f8bc.jpeg)

Il pasticciaccio brutto di #Sogin, sempre più radioattiva: leaks, fascicoli perduti, spese di pazze e risposte insufficienti al question time. Sarà il commissariamento l'unica via di uscita?
# Secondo il ministro per i Rapporti con il Parlamento, i controlli sull’azienda sarebbero stati attivati “in massima parte” solo in seguito a una denuncia della stessa, ma sembrerebbe non essere così. In un momento in cui iene e avvoltoi si gettano sul mercato dell'energia, il bubbone radioattivo di Sogin mette paura alla politica. Il tutto mentre Saluggia versa sempre nelle solite condizioni... https://www.eurocomunicazione.com/2022/06/13/dubbi-sulla-risposta-del-ministro-dinca-sul-caso-sogin/

Il nuovo Codice di condotta sulla disinformazione, visto da #Euractiv prima della sua pubblicazione giovedì (16 giugno), contiene una serie di impegni relativi alla pubblicità online, alla lotta contro le pratiche manipolative, alla trasparenza e all'accesso ai dati. I firmatari (tra cui non vi sono solo i social media come Twitter, TikTok e Facebook, ma anche realtà diverse, come il gruppo Avaaz e l'app WhatsApp) che offrono servizi pubblicitari si impegnano a mettere in atto politiche per demonetizzare la disinformazione e reprimere la pubblicità contenente disinformazione. Il codice impone anche la cooperazione con attori rilevanti che fanno parte della monetizzazione della catena del valore online, ad esempio fact-checker, inserzionisti, associazioni di categoria, siti di e-commerce e sistemi di crowdfunding. Tra gli obiettivi anche il #factchecking sulla comunicazione politica, attraverso link a #opendata. Di Luca #Bertuzzi su #Euractiv https://www.euractiv.com/section/digital/news/platforms-prepare-for-new-anti-disinformation-commitments-in-revamped-code-of-practice/