Etica Digitale
!eticadigitale
help-circle
rss
Etica Digitale è su Feddit!
pin
Questa è la comunità ufficiale di *Etica Digitale* su Lemmy. Alcune **informazioni** utili: 🔹 Sito: eticadigitale.org 📧 Email: etica.digitale@mailfence.com [🦣 Mastodon](https://mastodon.bida.im/@eticadigitale) [📣 Telegram (canale)](https://t.me/eticadigitalechannel) [👥 Telegram (gruppo)](https://t.me/eticadigitale)
4

L'Internet globale che mantiene il nostro ecosistema di informazioni ricco e robusto è a rischio. Urgono politiche volte a garantire neutralità tecnologica, portabilità e interoperabilità, avvertono Juan Ortiz Freuler e Stefano Quintarelli. Juan Ortiz Freuler è ricercatore presso il Berkman Klein Center for Internet and Society della Harvard Law School. Stefano Quintarelli è un imprenditore di Internet ed ex parlamentare italiano che ha coniato il paradigma della "neutralità del dispositivo". **[Continua...](https://www.euractiv.com/section/digital/opinion/building-sustainable-path-towards-planetary-system-of-knowledge/)**

Sono cure miracolose contro il cancro offerte da cliniche internazionali. Si tratta di informazioni false, che sfuggono alle politiche di Meta contro la disinformazione medica **[(continua)](https://www.wired.it/article/facebook-cancro-cure-non-testate/)**

“Da Human Rights Watch arriva una denuncia molto forte: le piattaforme prodotte dai colossi del web e utilizzate durante la pandemia per lo svolgimento della didattica a distanza hanno violato la privacy degli studenti. 49 Paesi in totale, fra cui l’Italia, hanno fatto ricorso a prodotti digitali che sono stati in grado di monitorare i minori senza consenso alcuno. I nostri studenti sono stati profilati a scopo commerciale, e questo è un fatto grave. Ancora una volta arriva una conferma sul fatto che i giganti del web agiscano con troppa libertà e pieghino anche le istituzioni ai loro obiettivi di business, perfino a danno dei minori“. Lo afferma la senatrice Maria Laura Mantovani, componente del direttivo M5S a Palazzo Madama. “Tutti i 49 Paesi esaminati in questo rapporto – prosegue – hanno approvato almeno un prodotto di tecnologia dell’educazione che ha messo a rischio i diritti dei più piccoli. HRW invita gli Stati coinvolti ad adottare leggi al passo coi tempi per prevenire simili abusi. Anche l’Italia deve agire con la massima velocità e con fermezza a tutela della privacy di tutti i nostri studenti”. **[(continua)](https://www.orizzontescuola.it/con-la-dad-violazione-della-privacy-degli-studenti-durante-la-pandemia-il-m5s-lancia-lallarme/)**

Negazione di accesso, accesso negato alla rete ed ai suoi servizi, oggi è sinonimo di mancata o parziale democrazia, censura di stato, repressione governativa. Nel febbraio 2019, il Premier etiope Abiy Ahmed Ali ha chiarito che Internet “non è né acqua né aria” e che “finché è ritenuto necessario salvare vite umane e prevenire danni alla proprietà, Internet sarebbe chiuso definitivamente, figuriamoci per una settimana”. Mantenendo la parola data, Abiy Ahmed Ali ha continuato a imporre blackout a Internet. FONTE: https://omnatigray.org/wp-content/uploads/2022/02/Tigray-Telecommunication-Blackout-Report.pdf Quella che segue vuole essere una timeline che ripercorre negli ultimi anni i blocchi e le chiusure di internet in Etiopia per causa e volontà politiche, di governo: misura adottata per mettere a tacere per esempio l’opposizione, manifestanti, liberi cittadini, media o giornalisti con visione ed opinioni contrarie al regime governante. **[(continua) ](https://tommasin.org/blog/2022-06-27/etiopia-internet-chiusa-accesso-negato-diritto-negato)**

I documenti non devono diventare applicazioni. Il post di @octt@poliverso.org
Il Web di oggi è indiscutibilmente molto diverso da quello di 20 anni fa, e cambia sempre di più ogni anno che passa. Guardare i lati positivi del progresso è sempre molto facile e rassicurante, e per questo poco spesso si pensa ai lati oscuri che, in tante tante cose, ci sono. Il Web, purtroppo, è una di queste. ::: spoiler spoiler **[Che sta succedendo?](https://sitoctt.octt.eu.org/Posts/2022-06-14-0000-I-Documenti-Non-Devono-Diventare-Applicazioni.html)** :::


L’industria tecnologica statunitense si preoccupa di consegnare dati agli stati che perseguono l’aborto
L'industria tecnologica si sta preparando per la scomoda possibilità di dover consegnare i dati relativi alla gravidanza alle forze dell'ordine, sulla scia della decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti di ribaltare il precedente Roe v. Wade che per decenni ha garantito il diritto costituzionale di una donna a un aborto. Poiché le leggi statali che limitano l’aborto entrano in vigore dopo la sentenza, i rappresentanti del commercio tecnologico hanno detto a Reuters che **temono che la polizia otterrà mandati per la cronologia delle ricerche dei clienti, la geolocalizzazione e altre informazioni che indicano i piani per interrompere una gravidanza**. Anche i pubblici ministeri potrebbero accedere allo stesso tramite citazione. Continua su [Giornalettismo](https://www.giornalettismo.com/industria-tecnologica-statunitense-consegnare-dati-stati-perseguono-aborto/)

Lo #spyware commerciale è un trend in crescita, sempre più fiorente. Questo per la sicurezza spesso può diventare un problema non da poco. Così come tenere segreta la scoperta di nuove vulnerabilità. L’italiana RCSLab è risultata al centro di una campagna di diffusione app malevole, proprio su questo settore: produzione di spyware per forze dell’ordine. La campagna ha coinvolto utenti/cittadini in Italia e in Kazakistan. A rischio, come spesso accade, comuni cittadini ma anche dissidenti politici, attivisti dei diritti umani, giornalisti.



Come preannunciato alle Pubbliche Amministrazioni che abbiamo contattato nelle settimane scorse, alle 12:34:56 del 22 giugno 2022 abbiamo inviato una segnalazione ufficiale all'Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, riguardante le 3230 PA che a distanza di quasi due anni dalla sentenza Schrems II del 16 luglio 2020 continuano a trasferire, tramite Google Analytics, i dati personali di milioni di persone senza adottare efficaci misure tecnice supplementari per proteggerli: - Segnalazione al Garante - Allegato Tecnico Dopo una brevissima introduzione sul progetto Monitora PA e sulle... **[(continua)](https://monitora-pa.it/2022/06/22/segnalazione-al-garante.html)** https://monitora-pa.it/2022/06/22/segnalazione-al-garante.html

Le fonti si trovano in descrizione, non ci sono sottotitoli purtroppo.

Il #GarantePrivacy europeo vuole riformare il #GDPR. L'articolo di @VincenzoTiani su @wireditalia
[!eticadigitale](https://feddit.it/c/eticadigitale) Secondo il garante europeo della privacy Wojciech Wiewiórowski occorre intervenire sul regolamento per la protezione dei dati per renderlo più efficace e risolvere le storture delle sue applicazioni [L'articolo di Vincenzo Tiani su Wired Italia](https://www.wired.it/article/gdpr-regolamento-garante-privacy-europa-riforma/) [www.wired.it/article/gdpr-rego…](https://www.wired.it/article/gdpr-regolamento-garante-privacy-europa-riforma/)
fedilink

Il problema della sicurezza di una città o un Paese resta uno dei più pressanti per chi ci governa. Richiede infatti un delicato equilibrio tra la necessità di prevenire atti criminali, si tratti di disordini negli stadi o di atti terroristici veri e propri, e di garantire il rispetto dei diritti fondamentali. https://www.tpi.it/tecnologia/milioni-persone-spiate-videocamere-droni-dispositivi-20220617908684/

In Italia sono circa 2 milioni le vittime di diffusione non consensuale di materiale intimo, comunemente conosciuto come #revengeporn, mentre più del doppio delle persone conoscono qualcuno che ne è stata vittima. A dirlo è uno studio condotto su un campione di 2.000 persone tra la fine di aprile e l’inizio di maggio da The Fool, società di reputazione digitale, su incarico dell’associazione no profit Permesso Negato, che studia il fenomeno e dà sostegno alle vittime nel nostro paese. Leggi **[l'articolo di Laura Carrer su Wired](https://www.wired.it/article/revenge-porn-dati-italia-2-milioni-foto-video-intimi-online/ )** segnalato nella newsletter di Guido #Scorza

” Qualsiasi cosa facciamo col Pc o col telefono, implica milioni di righe di software libero, scritte gratuitamente, per contribuire ad una causa comune, e spesso con lo spirito del gioco. Ecco perché il software libero è la dimostrazione che anche l’informatica incorpora valori morali„ Di Giovanni Salmeri su [Agenda Digitale](https://www.agendadigitale.eu/cultura-digitale/il-software-libero-come-modello-sociale-ecco-perche-e-la-base-per-un-mondo-migliore/) https://www.agendadigitale.eu/cultura-digitale/il-software-libero-come-modello-sociale-ecco-perche-e-la-base-per-un-mondo-migliore/


By By Internet Explorer ...
1

**🇪🇺 Unione Europea:** La Legge sull’Intelligenza Artificiale dell'UE è in fase di discussione e modifica. Una delle questioni più urgenti è fondante: come definire l'intelligenza artificiale? Su cosa avrà voce in capitolo la legge e su cosa no? Mentre alcune parti interessate fanno pressione per una definizione ristretta dell'IA, in questo articolo Joanna Bryson ne suggerisce una più ampia e flessibile, che consentirebbe di applicare la legge ogni volta che un sistema è in grado di avere un impatto significativo sulle nostre vite - indipendentemente dalla complessità degli algoritmi utilizzati. Un esempio è il credito sociale (apparso di recente anche in Italia nelle città di [Fidenza](https://www.osservatoriorepressione.info/comune-fidenza-introduce-la-patente-punti-le-case-popolari/) e [Bologna](https://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9778361)), che ha sì un impatto sulla vita delle persone, ma che rischierebbe di non rientrare nel quadro legislativo se venisse adottata una definizione ristretta di IA https://www.wired.com/story/artificial-intelligence-regulation-european-union

Etica Digitale è un gruppo volontario indipendente di ragazzi e ragazze con l’intento di riportare la persona e i diritti al centro del dibattito tecnologico.

Se fatto nel rispetto del regolamento, ogni contributo è benvenuto!

Regolamento:

  1. Rispetto e cordialità sempre
  2. Niente troll
  3. Niente pubblicità
  4. Evitare di andare fuori tema nelle discussioni
  5. Evitare discorsi con sfondi politici o propagandistici che non siano strettamente correlati agli argomenti trattati
  6. No attività illegali
  7. Non importunare le e gli utenti in privato.

Alcune informazioni utili:
🔹 Sito: eticadigitale.org
📧 Email: etica.digitale@mailfence.com
🦣 Mastodon
📣 Telegram (canale)
👥 Telegram (gruppo)

  • 0 users online
  • 4 users / day
  • 13 users / week
  • 34 users / month
  • 38 users / 6 months
  • 94 subscribers
  • 72 Posts
  • 79 Comments
  • Modlog