Politica interna, europea e internazionale
!politica
help-circle
rss
Solidarietà alle Donne del popolo Iraniano - Dedicato a Mahsa Amini [#MahsaAmini](https://peertube.uno/w/8YxmY7iZGQj1NXZjuPjHP7)

Breve pensiero su queste elezioni 2022
5

L'ex senatore dei Ds, Felice Besostri ha coordinato i ricorsi che hanno portato all’abrogazione parziale delle due leggi elettorali precedenti, Porcellum e Italicum. A TPI spiega perché secondo lui anche il Rosatellum contiene principi di incostituzionalità L'articolo di Federica Colli Vignarelli su TPI [continua qui](https://www.tpi.it/politica/rosatellum-voto-non-libero-ne-diretto-avvocato-besostri-intervista-20220922932828/ )

Elezioni: rigettato il ricorso della Lista Referendum e democrazia con Cappato
**A 5 GIORNI DAL VOTO, DOPO 5 ANNI DI INERZIA, IL RICATTO DELLO SPOSTAMENTO DELLE ELEZIONI HA FUNZIONATO** La battaglia di Marco Cappato e Eumans per la firma digitale per le elezioni non si ferma. Lo scaricabarile tra istituzioni farà scattare nuovi ricorsi interni e internazionali La decisione del Tribunale di Milano si conclude motivando che “il giudice non è stato posto in condizione di verificare la sussistenza del predetto elemento di fatto [la verifica dell’effettiva presenza delle sottoscrizioni digitali raccolte assieme ai certificati] della fattispecie controversa (verifica che non può esimersi dal fare, attesa la contestazione di parte resistente), deve ritenersi l’insussistenza del presupposto della richiesta tutela cautelare, costituito all’apparenza del buon diritto (fumus boni juris). “Una decisione insensata” dichiara Marco Cappato, leader della lista “perché ci imputa di non avere provato l’esistenza delle firme, attribuendo a noi un dovere – la verifica delle firme – che è notoriamente in capo alla Corte d’Appello e non certo ai presentatori. Anche per questo presenteremo immediato reclamo. “La decisione arriva a cinque giorni dalle elezioni” ha dichiarato Virginia Fiume, co-presidente di Eumans “ma dopo cinque anni da quando, nel 2017, il Parlamento aveva impegnato – entro 6 mesi!!- il Governo a sperimentare la firma digitale per la presentazione delle liste. Un esperimento mai tentato da nessun Governo ma non per questo scaduto come impegno”. “Il Governo si era opposto al ricorso d’urgenza della Lista Referendum e Democrazia avanzando l’impossibilità di posticipare il voto in caso di accoglimento del ricorso perché a ridosso della tornata elettorale” ha detto Marco Perduca, responsabile legale della lista ” Ma nessuna risposta era però mai arrivata dal 25 luglio quando abbiamo diffidato formalmente il Governo per ottenere un decreto interpretativo”. “Nel silenzio assoluto da parte di Governo, Parlamento e Presidente della Repubblica” ha concluso Cappato “il giudice di Milano si è trovato a dover decidere in condizioni di oggettivo ricatto prodotto dall’inerzia istituzionale. Anche per questo la nostra azione non finisce qui. E’ in preparazione un reclamo urgente e ricorsi a giurisdizioni internazionali https://listareferendumedemocrazia.it/2022/09/20/elezioni-rigettato-il-ricorso-della-lista-referendum-e-democrazia-con-cappato/

Ecco "**[Libertà di voto](https://libertadivoto.it/)**" la piattaforma che "smaschera" chi si vota nell'uninominale scegliendo un determinato partito, una 'stortura' del Rosatellum: ecco la campagna del radicale Mario Staderini. Che rilancia anche il ricorso del 2018 (ha passato la prima fase di ammissibilità) alla Cedu. La procedura è semplice: una volta al seggio, ci si registra, si ritira la scheda e si chiede al presidente di seggio di verbalizzare una dichiarazione Inoltre anche due dichiarazioni prestampate per partecipare all'iniziativa di protesta non violenta. Una volta al seggio, ci si registra e si chiede al presidente di seggio di verbalizzare una di queste due dichiarazioni: # Chi vuole votare, potrà far verbalizzare al presidente di seggio questa dichiarazione: > “Parteciperò al voto ma denuncio che il sistema elettorale non mi garantisce un voto libero, uguale e che conti davvero, come garantito dall’art. 48 della Costituzione, dall’articolo 3 del primo protocollo della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e dal Patto internazionale sui diritti civili e politici” # Per chi non vuole votare nessuno, invece, la dichiarazione dovrà essere la seguente > “Non partecipo al voto in quanto il sistema elettorale non mi garantisce un voto libero, uguale e che conti davvero, come garantito dall’articolo 48 della Costituzione, dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo e dal Patto internazionale sui diritti civili e politici”

È tempo di campagna elettorale e tornano i comizi in piazza, i politici sgomitano per ritagliarsi uno spazio nei talk show televisivi, ma da circa un decennio a questa parte la propaganda politica ha trovato terreno fertile in una nuova immensa arena: i **social network**. Sempre più persone nel mondo, soprattutto le nuove generazioni, infatti, [li stanno scegliendo come fonte primaria di informazione](https://go.mgpf.it/3QWBKwQ). Abbiamo già parlato, [in articoli precedenti](https://fridaysforfutureitalia.it/algoritmi-insostenibili-design-e-dark-patterns/), di come le piattaforme social più popolari raccolgano dati, tracciando la nostra navigazione sulle stesse. La somma dei dati e metadati ottenuti in questo modo, permette di profilare l’utente e di ricavare informazioni, tra le altre cose, riguardo alle sue abitudini, ai suoi interessi e alle sue inclinazioni politiche. Da ciò si può comprendere perché le forze politiche si stiano affidando sempre di più a questi strumenti e alle loro enormi potenzialità. Per fare questo si affidano spesso ad aziende specializzate in analisi di dati, capaci di individuare i profili più sensibili a [un particolare tipo di **annuncio mirato**](https://www.agendadigitale.eu/sicurezza/privacy/la-profilazione-social-influenza-le-scelte-elettorali-come-funziona-e-quali-difese/), attraverso modelli predittivi come quello elaborato da Michal Kosinski, ricercatore e psicologo, descritto nello studio [“Private traits and attributes are predictable from digital records of human behavior”](https://www.pnas.org/doi/10.1073/pnas.1218772110), pubblicato su Pnas nel 2013. La particolarità di questi metodi – e la loro efficacia – nasce dalla necessità di categorizzare la personalità dell’utente non solo attraverso le informazioni che l’utente sceglie di condividere, ma attraverso i **metadati**, cioè il modo in cui l’utente interagisce con la piattaforma e sceglie di esprimersi. Come scrive Shoshana Zuboff, professoressa americana e business analyst di Harvard, ne Il capitalismo della sorveglianza “Non conta che cosa c’è nelle nostre frasi, ma la loro lunghezza e complessità; non che cosa elenchiamo, ma il fatto che facciamo un elenco; non la foto che postiamo, ma il filtro o la saturazione che abbiamo scelto; non cosa riveliamo, ma il modo in cui lo condividiamo o meno; non dove abbiamo deciso di incontrarci con gli amici, ma come lo faremo….”4 **[(CONTINUA)](https://fridaysforfutureitalia.it/che-relazioni-ci-sono-tra-social-elezioni-e-fake-news/)**

In questo video di circa 24 minuti Roberto Mancuso di https://www.eumans.eu ha provato a sintetizzare le motivazioni politiche e giuridiche dell'operazione "Lista Referendum e Democrazia con Cappato". All'interno sono rinvenibili interventi audio video dell'Avv. Francesca Re e del Professor Giovanni Guzzetta, Ordinario di Diritto Pubblico. Buona visione

*La Commissione europea ha adottato oggi una legge europea per la libertà dei media: una nuova serie di norme per proteggere il pluralismo e l'indipendenza dei media nell'UE. La proposta di regolamento prevede, tra l'altro, garanzie contro le ingerenze politiche nelle decisioni editoriali e contro la sorveglianza. Pone l'accento sull'indipendenza e sul finanziamento stabile dei media del servizio pubblico come pure sulla trasparenza della proprietà dei media e sulla distribuzione della pubblicità statale. Stabilisce inoltre misure finalizzate alla tutela dell'indipendenza dei responsabili editoriali e alla divulgazione di conflitti di interesse. La legge affronterà infine la questione delle concentrazioni dei media e creerà un nuovo comitato europeo indipendente per i servizi dei media, costituito dalle autorità nazionali di regolamentazione dei media. La Commissione ha inoltre adottato una raccomandazione complementare con l'obiettivo di incoraggiare la creazione di garanzie interne per l'indipendenza editoriale.*

Il segreto nero di Meloni: i rapporti tra gli ex #Nar e FdI che arrivano fin dentro il Parlamento. Di @andreapalladino su @tpi
**[IL SEGRETO NERO DI MELONI: I RAPPORTI TRA GLI EX NAR E FDI CHE ARRIVANO FIN DENTRO IL PARLAMENTO](https://www.tpi.it/politica/segreto-nero-meloni-rapporti-ex-nar-fdi-20220916931070/)** Sono rapporti che rimangono, fili che non si sono mai spezzati, in una memoria condivisa, per quella che semplicemente chiamano comunità. Qualcuno ha avuto fortuna, varcando la soglia del Parlamento. Molti si sono trasformati in imprenditori, più o meno di successo, aprendo ristoranti in giro per l’Europa, dalla Gran Bretagna alla periferia della Capitale italiana, dall’Olanda allo struscio alcolico di Roma nord. Vite apparentemente separate oggi, una militanza dura nel passato, “spalla a spalla”, come amano ripetere. Con una regola: gli amici di una volta non si dimenticano. [L'articolo completo di Andrea Palladino è su TPI](https://www.tpi.it/politica/segreto-nero-meloni-rapporti-ex-nar-fdi-20220916931070/)
fedilink


La Russia ha segretamente inviato almeno 300 milioni di dollari a partiti politici stranieri e candidati in più di due dozzine di paesi dal 2014 per ottenere influenza, ha affermato martedì una valutazione declassificata dell'intelligence statunitense. L'intelligence statunitense "valuta che si tratta di cifre minime e che la Russia probabilmente ha trasferito fondi aggiuntivi di nascosto in casi che non sono stati rilevati", ha affermato un alto funzionario dell'amministrazione.

*La Commissione Europea presenterà presto una proposta legislativa per vietare l’importazione di tutti i prodotti realizzati con il lavoro forzato, una condizione che riguarda milioni di persone in tutto il mondo.*

Come votare
Vi segnalo che se volete partecipare alla ripartizione del 37% dei seggi con il maggioritario dovete prendere i sondaggi della vostra regione, non quelli nazionali e votare per uno dei 2 partiti in alto nei sondaggi regionali, altrimenti concorrerete solo al proporzionale con il 63% se il vostro partito prescelto non rientra nel maggioritario.
3

*Dopo un contorto e sofferto percorso prima al Senato e poi alla Camera, il piano cardine dell’amministrazione di Joe Biden su clima, salute e inflazione è legge. Il presidente ha infatti firmato ieri il pacchetto di leggi che porterà a investimenti energetici, limiterà i prezzi dei farmaci prescritti e imporrà una nuova tassa minima alle grandi multinazionali.*

*Gli avvocati del fondatore di WikiLeaks Julian Assange hanno citato in giudizio la Central Intelligence Agency degli Stati Uniti e il suo ex direttore Mike Pompeo in una causa depositata lunedì presso un tribunale distrettuale di New York, sostenendo che l'agenzia ha registrato le loro conversazioni e copiato dati dai loro telefoni e computer.*

*Dopo che Ucraina e Russia si sono accusate vicendevolmente di bombardare la centrale nucleare di Zaporizhzhia, l’ONU lancia un appello per demilitarizzare l’area. E Putin aumenta i bombardamenti.*

Ecco il monitoraggio di Key4biz per analizzare la presenza su LinkedIn dei leader politici in campo per le politiche del 25 settembre: abbiamo riscontrato una quasi totale assenza sul social "di testa" con utenti-elettori professionali. Il commento di due esperti di social: Andrea Boscaro > "I social sono ora micro-tv, tranne LinkedIn”, e Veronica Gentili > "Non lo usano perché ne conoscono poco le potenzialità e lo legano solo al marketing B2B" https://www.key4biz.it/campagna-elettorale-perche-non-si-gioca-su-linkedin-letta-e-tajani-i-piu-attivi/413611/


# Nasce la lista Referendum e Democrazia e chi vuole può candidarsi online > Parlamento, Draghi e Mattarella non hanno preso in considerazioni la richiesta di consentire la presentazione di liste elettorali grazie alle firme digitali per chi non è già rappresentato in Parlamento. Con Marco Cappato, e chi ha digiunato per dialogare con le istituzioni, abbiamo deciso di avviare una raccolta firme con le modalità utilizzate l’estate scorsa per i referendum eutanasia e cannabis. > Al sito ListaReferendumeDemocrazia.it è possibile comunicare la disponibilità a partecipare. L'articolo completo è qui: https://www.huffingtonpost.it/blog/2022/08/06/news/niente_firma_digitale_e_allora_le_raccoglieremo_come_con_i_referendum_di_eutanasia_e_cannabis-10000076/

I trasferimenti di cripto-asset saranno tracciati e identificati per prevenire il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e altri crimini, si legge nella nuova legislazione approvata mercoledì.

Politica interna, europea e internazionale
!politica

    Comunità dedicata alle notizie e alle analisi politiche!

    Sono vietati i messaggi offensivi e ostili o quelli palesemente illegali.

    🚫 Evitare notizie provenienti da fonti non affidabili. Per una rassegna, cfr la Black List di Butac al link https://www.butac.it/the-black-list/

    Nel caso fosse proprio necessario postare link da quei siti, aggiungere al titolo la dicitura :

    #Disinformazione?

    • 0 users online
    • 1 user / day
    • 5 users / week
    • 14 users / month
    • 54 users / 6 months
    • 81 subscribers
    • 102 Posts
    • 116 Comments
    • Modlog